Vino rosso e pesce, provare per credere

Vino rosso e pesce, che bestialità: adetti ai lavori, enotecari, sommelier, tutti d’accordo sul fatto che tale accostamento era senz’altro da non proporre. Ma siamo sicuri? Se una volta veniva considerato una eresia, ultimamente gli chef italiani  invece propongono sempre più spesso questo accostamento, che risulta essere molto ricercato. Infatti il pesce e il vino rosso insieme sono senza dubbio un’indovinata accoppiata, solo in apparenza poco armonica, ma che in realtà può nascondere un’esperienza stimolante e appagante, distante dai soliti cliché.
Il vino è una bevanda antichissima, ma il suo mondo scorre e cambia in fretta. Ed è proprio per questo che lo apprezziamo: non finisce mai di stupirci. Negli ultimi tempi  sono stati suggeriti abbinamenti tra vino rosso ed alcune preparazioni di pesce, specie realizzate in crosta, al sale e al forno. Il vino rosso, infatti, ha dato prova di riuscire ad amalgamarsi molto bene con il gusto del pesce, purché vengano rispettate alcune regole.

Da evitare le fritture di pesce, le insalate di mare, gli antipasti, i crostacei e i molluschi, a meno che essi non siano preparati con un sugo di pomodoro molto denso e aromatico e serviti con vini particolarmente profumati. Così come è da evitare l’abbinamento  polipo-vino rosso: il polpo (lesso, in insalata, in umido, con patate) si sposa esclusivamente  con un vino bianco decisamente secco.

Provatelo invece con le zuppe di pesce, come la peixada, e il pesce al vapore (rombo, nasello, branzino, orata e persico).

Ma dunque, quale vino rosso abbinare? E’ riduttivo produrre una sterile elencazione essendo una scelta comunque molto ricercata e soggettiva. Come regola generale possono essere abbinati al pesce tutti quei vini rossi a bassa gradazione, generalmente non invecchiati, cioè con aromi che rimangono prevalentemente sul frutto, e sicuramente poco tannici, cioè con un gusto morbido. I migliori senza dubbio sono il Frappato (consigliatissimo!) e il Rosso della Valpolicella. Nelle preparazioni di pesce con base di pomodoro un Nero d’Avola vi sorprenderà

In pratica sono ottimali tutti i vini rossi leggeri, purché il gusto del vino non sovrasti quello della preparazione che abbiano nel piatto. E tenendo sempre ben a mente che non è tanto la ricetta specifica a determinare la possibilità di abbinare il vino rosso o meno, quanto l’insieme che si viene a creare. Se il piatto risulta leggero e senza troppi condimenti, sarà sempre preferibile un vino bianco secco a un vino rosso, per quanto leggero.

CONTINUA A LEGGERE:
SCOPRI LE MIGLIORE ZUPPE DI PESCE DELLA TRADIZIONE BRASILIANA
PICANHA-MANIA!
I SEGRETI PER LA MIGLIOR CAIPIRINHA BRASILERIA

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *