Barbera

Uva: 
100% Barbera

Gradazione alcolica minima:
11,5%

Zona geografica:
La Barbera contende al Sangiovese la palma di vitigno a bacca scura più coltivato in Italia. Tra le regioni in cui è più diffuso segnaliamo la Lombardia, l’Emilia Romagna e la Sardegna, è nel Piemonte che il Barbera si nobilita (ricordiamo il Barbera d’Alba, il Barbera d’Asti, il Barbera del Monferrato).

Caratteristiche:
Presenta un colore rosso rubino, è ricco di profumi e in bocca lascia un sapore severo, asciutto sostenuto da una acidità evidente. Possiamo trovare anche Barbera vivaci (leggermente frizzanti). Tra le sue bottiglie più vendute all’estero distinguiamo:

  1. Barbera d’Alba: vino da pasto con un sapore molto uvoso, è ottimo per le occasioni di tutti i giorni. Senza troppe pretese ma di facile bevuta.
  2. Barbera d’Asti: vino di corpo molto gradevole sicuramente molto raffinato e di successo nella sua lavorazione di Barbera d’Asti Superiore dove raggiunge nelle sue annate migliori anche un tasso alcolico di 15 gradi pur risultando sempre molto equilibrato e piacevole.

Temperatura di servizio:
Nelle sue versioni giovani va bevuto ad una temperatura di 15 gradi, se invecchiato e affinato nelle botti 16-18 gradi.

Curiosità:
Storicamente e per tradizione è un vino che viene indicato al femminile….uomini siete avvisati se alla fine della bottiglia vi girerà la testa.

Abbinamenti:
Se bevuto giovane il suo sapore fresco e asciutto si sposa bene in tutte le portate del pasto. Le bottiglie invecchiate sono perfette per le grigliate sia di carne bianca che di carne rossa.