Vermentino

Uva:
vermentino 100%

Zona Geografica:
è molto diffuso buona parte dell’Italia. Tra le bottiglie più conosciute prodotte con sue uve possiamo ricordare Vermentino di Gallura (DOCG), il Vermentino di Sardegna, il Riviera Ligure di Ponente.

Gradazione alcolica minima:
13%

Caratteristiche:
pur nella peculiarità delle caratteristiche dei singoli prodotti e delle zone specifiche, ci sono alcuni elementi distintivi del vitigno. Generalmente si tratta di vini bianchi secchi, delicatamente morbidi, di colore giallo paglierino non particolarmente carico, con profumi intensi floreali (fiori di campo), fruttati (pesca gialla), lievemente vegetali, ma non particolarmente complessi.
In base alle zone di produzione:
1. Sardegna: uno dei più apprezzati e rinomati è il Vermentino di Gallura, vino a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG), caratterizzato per linee generali da notevole struttura e alcolicità. Tra gli importanti DOC sardi a base Vermentino citiamo il Vermentino di Sardegna, contraddistinto da una grande varietà tipologica, da vini più strutturati a vini più semplici e freschi.
2. Liguria: dotati di minor corpo ma decisamente più eleganti sono i vini a base Vermentino liguri. Qui il clima più fresco e l’esposizione alle brezze marine donano ai vini una sapidità ben percettibile ed una discreta freschezza, ma minore struttura.
3. Toscana: in questi territori vengono prodotti vini caratterizzati da un corpo maggiore rispetto a quelli liguri, dotati di una superiore “grassezza” e “rotondità”, ma anche da una notevole acidità.

Temperatura di servizio:
da 6 gradi all’aperitivo ai 10/12 gradi in abbinamento alle portate del pasto.

Curiosità:
è un vitigno probabilmente originario del Portogallo, dove viene chiamato Codega.

Abbinamenti enogastronomici:
Gli abbinamenti gastronomici che è possibile proporre con questa tipologia di vini si possono rintracciare in piatti non eccessivamente elaborati e complessi come antipasti di mare, piatti a base di pesce al forno o lesso, polpo. Inoltre non c’è abbinamento migliore per il Vermentino ligure che un qualsiasi primo al pesto.