Fondue, bourguignonne, raclette: il cibo da conforto

fondueQuando l’inverno arriva non c’è niente di meglio che rallegrare le giornate fredde e grigie con un del buon cibo confortevolefondue, raclette e burguignone sono le ricette svizzere (ma ormai patrimonio dell’umanità) del buonumore adatte anche ad essere accompagnate da vino in abbondanza!

caquelon

La FONDUE è un misto di formaggi duri, fusi in una casseruola calda chiamata caquelon

Per 4 persone (circa 1.225 kcal/persona) procuriamoci:

  • 800 g di formaggio (ad es: 400g di Gruyère, 200g di Emmental, 200g di brie)
  • da 1 a 3 spicchi di aglio, a gusto
  • 2 cucchiai di fecola di granoturco
  • 2 cucchiai di Kirsch
  • circa 500g di pane,
  • 4dl di vino bianco secco
  • noce moscata
  • pepe

Strofinare l’interno del caquelon con l’aglio dividendo poi gli spicchi in quattro o tritarli finemente e versarli nel caquelon
Sciogliere la fecola nel Kirsch.
Versare il vino nel caquelon e portare ad ebollizione.
Aggiungere il formaggio grattugiato precedentemente mescolando con un mestolo di legno.
Non appena il formaggio è fuso, unire tanta fecola sciolta nel Kirsch quanta basta per rendere la fondue cremosa e della consistenza desiderata.
Aromatizzare, con pepe macinato la fondue e portarla in tavola su di un fornelletto o a spirito o a gas continuando a rimestare.
Tagliare il pane a bocconcini, tostarli, inzupparli nel formaggio e GUSTARE!
Oltre ai bocconcini di pane, intingete nella fondue frutta (ad es. mela, pera, ciliegie, ananas, mandarino), noci, verdura cotta al dente (ad es. broccoli, cavolfiore, finocchio, peperoni, zucchine, ecc.) o patate bollite.

Il vino adatto alla fonduta è un vino leggero e giovane, con pochi tannini e dal carattere aspro. Tra i vini bianchi con queste caratteristihe consigliamo un Pinot Grigio.

RacletteSempre a base di formaggio è la RACLETTE, una toma di forma rotonda dal sapore delicato e dolce. Tagliata a metà viene messa sulla piastra a riscaldare. Quando inizia a sciogliersi, viene “raschiata” via la parte molle e posta sul piatto. (dal francese racler: raschiare). Serviamo con patate bollite e accompagniamo il tutto con un buon Verdicchio.

fondue carneLa BOURGUIGNONNE è invece per chi non vuole rinunciare al manzo tagliato a cubetti e rosolato nell’olio bollente. Per realizzare la Bourguignonne esiste un set specifico composto da un recipiente di rame o di altro metallo, fornelletto e spiedi di metallo.
Mentre tagliate del controfiletto bovino a cubetti (calcolatene 150 gr a persona) fate bollire dell’olio di semi nella pentola. Infilzate i cubetti di carne e immergerli a turno nell’olio bollente, cuocendoli a piacimento. Intingeteli nelle salsine che più preferite (mayo, salsa tartara, barbecue etc…) e innaffiate il tutto con un vino di buona struttura come il Chianti Classico o il Pinot Nero.
Un consiglio per non fare bruciare e annerire velocemente l’olio: sbucciate un piccola patata e immergetela nell’olio prima di iniziare la frittura della carne lasciandola fino alla fine.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *