Bahia: bobo di camarao e un buon vino bianco

E’ pomeriggio tardi, il sole tramonta all’orizzonte dietro il mare. La giornata al mare è stata lunga, la pelle un po’ tira per il sole e per il sale, ma non c’è nulla che possa infastidirti a Bahia. I piedi sotto la sabbia ancora calda dal pomeriggio, avvolto in un pareo non c’è niente di meglio che sorseggiare una cervinha bem gelada con lo sguardo fisso nel blu dell’oceano. Un baracchino sulla spiaggia offre per cena un bobo de camarao. La giornata effettivamente mi ha messo fame e la sambinha di Martinho da Vida in sottofondo mi convince definitivamente. Stasera si cena in spiaggia.

Ogni volta che penso al bobo mi viene in mente una donna bahiana nei suoi vestiti ampi e colorati che le coprono i fianchi larghi. Le dite grosse si muovono agili e leggere mentre, con pazienza, tolgono la casca ai gamberetti. Il volto è accaldato e gli occhi lucidi per colpa della cipolla. Le labbra sorridono e canticchiano un ritmo a me sconosciuto ma allegro.

Dopo averli lasciati almeno 30 minuti in una mistura preparata con sal, pimenta, suco de limão, cheiro verde, louro e cebola i crostacei sono pronti per essere soffritti. Tocca poi all’aipim, all’inhame al latte di cocco e al azeite-de-dendê aggiungersi e cuocersi fino a che la stanza non si riempe dell’odore accattivante tipico di questo piatto.

I gamberetti si abbinano molto bene con i vini bianchi leggeri, anche spumanti, specialmente quelli prodotti in Trentino Alto Adige. In particolare il Muller Thurgau con i suoi sentori di frutta e di fiori sposa perfettamente con il sapore dolciastro dato sia dai crostacei che dal latte di cocco. Più in generale il Muller Thurgau è un vino fine ed elegante, che si sposa egregiamente con piatti delicati preparati con pesce.

Per approfondire conoscere meglio questo vino visita la pagina dedicata sul nostro sito

 

Saude!

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *